ITA | ENG 
 

29 MAGGIO 2014
#POLLOMONDIALE, UNAITALIA PRESENTA IL WIDGET CON LE RICETTE DI POLLO ISPIRATE AI MONDIALI DI CALCIO IN BRASILE

 

Comunicato stampa:

BRASILE 2014: SARANNO 36 MILIONI GLI ITALIANI DAVANTI ALLA TV. PER 4 ITALIANI SU 10 ITALIA SQUADRA FAVORITA DAVANTI A BRASILE, SPAGNA E URUGUAY E PER LE “CENE MONDIALI”, SU VIVAILPOLLO.IT UNA RICETTA PER OGNI PARTITA

I Mondiali? Un appuntamento irrinunciabile per 36 milioni di italiani, che si ritroveranno in compagnia di amici e parenti davanti alla tv. Una ricerca Doxa-Unaitalia descrive riti e pronostici dei tifosi italiani (4 su 10 vedono gli azzurri vincitori della manifestazione) e racconta come si apprestano a vivere Brasile 2014: 8 su 10 vedranno le partite in casa, senza rinunciare a gustose cene insieme. Per l’occasione il blog www.vivailpollo.it lancia un tool con 64 ricette, una per ogni partita, ispirate alle 32 squadre partecipanti. L’ingrediente di base? Il pollo, alimento glocal per eccellenza e carne regina dei Mondiali e dell’alimentazione dei calciatori: anche la nostra nazionale in Brasile ne consumerà circa 16 kg a settimana.

Un momento unico per stare insieme, stretti sul divano con la tv accesa e lo sguardo fisso sulle prodezze di Buffon e compagni. Saranno oltre 36 milioni davanti alla tv a tifare Italia trattenendo il fiato e sfidando gli orari, ben oltre la seconda serata che quest’anno ci toccheranno in sorte. È la casa il luogo preferito per assistere alle partite di Brasile 2014, con gli amici (50%) o in famiglia (34%). Solo il 7% degli italiani seguirà la Nazionale in piazza, davanti al maxischermo, mentre una percentuale analoga (8%) preferisce godersi la partita in solitudine. Sono i principali dati emersi dall’indagine realizzata da Doxa per Unaitalia – l’Associazione che rappresenta la quasi totalità delle aziende del comparto avicolo nazionale – su un campione rappresentativo della popolazione adulta (+15 anni).

I TIFOSI ITALIANI: POCO SCARAMANTICI E MODERATAMENTE OTTIMISTI. URUGUAY SQUADRA RIVELAZIONE
Dall’indagine emerge il profilo di un tifoso poco scaramantico: solo 1 italiano su 10 (3 su 10 tra gli under 24) ha i suoi riti propiziatori pre partita, come indossare sempre lo stesso capo di abbigliamento porta fortuna (4%), sedersi sempre nello stesso posto (3%), portare con sé un oggetto porta fortuna (2%)… Mentre il 2% cerca di evitare il conoscente o parente che ha fama di “iettatore” nel giorno della partita. E, a proposito di scaramanzia, per 4 italiani su 10 sarà proprio l’Italia a vincere, al secondo posto i padroni di casa (30%) e al terzo la detentrice del titolo, la Spagna (10%). Sono le donne le più fiduciose negli Azzurri: per il 52% alzeremo di nuovo la coppa. Più pessimisti gli uomini: per il 30% l’Italia non supererà i quarti di finale (dove ad attenderci sarebbe l’incrocio con il favoritissimo Brasile). Tutti concordi invece su quale sarà la squadra rivelazione: sarà l’Uruguay (22%), seguito dal Giappone (11%), Colombia e Costa D’Avorio (10%), Belgio (9%).

ALLA CENA (E AI FORNELLI) NON RINUNCIO: 1 TIFOSO SU 2 SI DEDICHERÀ PERSONALMENTE ALLA CUCINA
Le notti mondiali fanno rima con serate in compagnia… e senza rinunciare a gustose cene. Il momento migliore per il cibo? Indubbiamente prima della partita: oltre la metà dei tifosi (52%) cenerà prima del fischio di inizio, separando quindi il momento delle chiacchiere e della convivialità da quello della visione «concentrata e attenta». Il 20% invece sgranocchierà qualcosa durante la partita. Solo l’1% dichiara che digiunerà per la tensione. Anche il giorno della partita non si rinuncia a stare ai fornelli. Il 50% si occuperà personalmente di preparare la cena. Il tempo a disposizione? Variabile. 1 italiano su 3 impiegherà anche più di 2 ore nella preparazione del menù, preparando tutto in anticipo. C’è poi chi predilige la rapidità: 4 su 10 cucineranno qualcosa di veloce (massimo 15 minuti) e solo il 16% ordinerà piatti da asporto.

Tra i piatti a base di pollo, i preferiti sono il pollo al forno con patate (30%), seguito da cotoletta di pollo con patate fritte (14%) e insalata di pollo (12%), mentre tra le bevande, dopo l’acqua (50%) c’è la birra (37%) seguita da bibite analcoliche (24%) e vino (19%).

UNA RICETTA PER OGNI PARTITA: SU VIVAILPOLLO.IT TANTE IDEE PER CENE MONDIALI
Per creare l’atmosfera giusta anche in tavola Vivailpollo.it (www.vivailpollo.it), il blog della campagna informativa sulle carni bianche promossa Unaitalia – l’Associazione che rappresenta la quasi totalità delle aziende del comparto avicolo nazionale – ha realizzato un tool digitale con 64 ricette, una per ogni partita della manifestazione, ispirate alle tradizioni culinarie dei 32 paesi che parteciperanno ai mondiali di Brasile 2014. Ricette veloci, sfiziose e pratiche, perfette da gustare prima dell’inizio della partita, da spizzicare durante l’intervallo, o davanti alla tv… E “firmate” da una squadra di 9 top foodblogger che hanno messo alla prova la versatilità e gli abbinamenti della carne più consumata al mondo.

Il pollo è la carne ‘globale’ per eccellenza, protagonista delle ricette di tutto il mondo – commenta Aldo Muraro, Presidente Unaitaliain Italia come in Brasile, è un alimento amatissimo. Attraverso rielaborazioni creative, viaggeremo tra i gusti e le tradizioni di ogni latitudine, per scoprire nuovi inediti modi di cucinare una carne da sempre apprezzata per la sua versatilità, perfetta per cene estive e leggere.”

E così la “sfida mundial” si sposterà anche tra i fornelli: per l’ipotetico quarto di finale Italia-Brasile le nostre cosce di pollo in crosta di cereali con spiedini “sfidano” insalata di pollo e frutta esotica, ispirata alla tradizione culinaria dei padroni di casa. Mentre Germania-Inghilterra si può giocare sul filo di una schnitzel di pollo e una chicken pie. Nella lista delle favorite anche le fajitas messicane, la rollade di pollo e bacon di ispirazione olandese e le alette di pollo con salsa alla menta direttamente dalla Grecia. Irresistibili anche i piatti ispirati all’Africa e al Sud America, speziati e ricchi di colore.

POLLO, RE DELLA DIETA DEGLI AZZURRI: IN BRASILE NE CONSUMERANNO 16KG A SETTIMANA
Altamente proteiche, poco grasse, assai digeribili, con un buon contenuto di vitamine e sali minerali: sono queste le principali “virtù” che rendono le carni di pollame ideali per l’alimentazione dello sportivo. E saranno protagoniste del menù della Nazionale in Brasile. “Il pollo verrà consumato dagli azzurri almeno 3 volte a settimana – dichiara Luca Gatteschi, Medico della Nazionale Italianae se a pranzo la scelta ricade spesso su semplici petti alla piastra o scaloppine, per non appesantire i calciatori in vista dell’allenamento pomeridiano, la sera si possono concedere anche ricette più saporite e dai sapori più decisi, in abbinamento a verdure fresche i stagione.” Qualche ricetta da carpire al cuoco della Nazionale? Straccetti o bocconcini di pollo con rucola, saltati con broccoletti oppure con spezie come curcuma o il sesamo, o con le mandorle.

OGGI COME IERI: “ANCHE NELL’82 POLLO TRA GLI ALIMENTI PREFERITI DAI CALCIATORI”, PAROLA DI FULVIO COLLOVATI
E se oggi il pollo gioca un ruolo fondamentale nella dieta dei calciatori, lo era anche nell’estate ’82, quando la leggendaria squadra di Bearzot travolse Brasile, Argentina e Germania nella cavalcata verso il terzo titolo mondiale.

Posso dire che il pollo è uno degli alimenti preferiti dai calciatori, ieri ma anche oggi – ci racconta Fulvio Collovati, campione del mondo Spagna ’82è ideale per un atleta, ti consente di stare leggero e nutrirti, per questo tutt’ora lo inserisco regolarmente nella mia dieta settimanale. E quando giocavo, si mangiava una marea di pollo, tutti prendevamo la coscia, perché è piccola e carnosa. Ma tanti mangiavano anche l’insalata di pollo, ideale per recuperare liquidi dopo match a temperature calde, in primavera o d’estate”.

LA COSCIA DI POLLO LA DIVIDEREI CON…
La coscia di pollo, si sa, è la parte più ambita del pollo arrosto, quella per cui da bambini litigavamo con i fratelli, e che si contendevano anche Collovati e Cabrini. Alla domanda “Con chi dividereste la coscia di pollo?” gli italiani hanno risposto senza esitazioni: con il super portiere Gianluigi Buffon (29%), seguito da Andrea Pirlo (13%). Solo al terzo posto le superstar internazionali come Cristiano Ronaldo (10%) e Lionel Messi (9%), a pari merito con Mario Balotelli (9%). Sono soprattutto le donne ad amare il capitano della nazionale (36%), mentre al Centro Italia si fanno sentire gli estimatori di Daniele de Rossi, che lo piazzano al secondo posto (15%) subito dietro al nostro portierone.

INC – Istituto Nazionale per la comunicazione
Viale Regina Margherita, 290
00198 - Roma
Tel: (+39) 06 4416081
Fax: (+39) 06 44254385
segreteria@inc-comunicazione.it
P. IVA 01014351009