ITA | ENG 
 

06 OTTOBRE 2014
AL VIA LA 84° FIERA INTERNAZIONALE DEL TARTUFO BIANCO DI ALBA

 

Comunicato stampa:

2014: “L’ANNO DEL TARTUFO BIANCO D’ALBA”, PREZZI AI MINIMI STORICI E QUALITA’ OTTIMA. DALL’11 OTTOBRE AL 16 NOVEMBRE TORNA LA PRESTIGIOSA FIERA

Le abbondanti piogge nelle zone di coltura hanno dato vita a una stagione senza precedenti con prezzi in calo a 200 euro l’etto (-30% rispetto allo scorso anno). I migliori esemplari, come sempre, saranno disponibili a metà ottobre, in concomitanza con l’inizio dell’84ª edizione della Fiera Internazionale del Tartufo bianco d’Alba. Sei settimane ricche di eventi enogastronomici, folkloristici, culturali che accenderanno i riflettori su Alba e più in generale sul territorio di Langhe e Roero da poco promosso patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Quest’anno la kermesse si distinguerà anche per l’alto profilo gourmet con “Alba truffle show”: un format di eventi dedicati al cibo che vedranno protagonisti grandi chef territorio deliziare i foodies presenti nella città piemontese con divertenti show cooking.

Un’ottima annata. E’ quella che si aspettano nelle Langhe per il celebre Tartufo bianco d’Alba. Il più grande nemico del Tartufo – la siccità estiva – fortunatamente è stato scongiurato e questo è il fattore che incide maggiormente sulla quantità, sulla qualità e quindi anche sul costo del Tuber magnatum Pico. Che non è mai stato cosi basso: ad oggi la borsa del Tartufo (www.tuber.it) ci dice che ad Alba per acquistare il celebre fungo bastano 200 l’euro l’etto contro una media di 350 euro dello scorso anno e di 500 euro nel 2012. Come sempre la ricerca dei tartufi bianchi d’Alba vedrà impegnati migliaia di cercatori, in piemontese trifolau, dotati di regolare patentino, pronti a scovare tra i boschi delle Langhe il prezioso diamante della cucina. In Italia, quello del tartufo, è un giro d’affari molto florido stimato complessivamente in 400 milioni di euro per il fresco, conservato o trasformato.
“Le condizioni climatiche fino ad ora sono state eccezionali, afferma Mauro Carbone, Direttore del Centro Nazionale Studi Tartufo di Alba. “Le piogge sparse e abbondanti per tutta l’estate hanno garantito ai terreni la giusta umidità nelle fasi di germinazione e di maturazione, offrendo cosi un primo raccolto decisamente migliore rispetto alla media degli ultimi anni. Che si riflette anche sui prezzi, dato non trascurabile in tempi come questi: per uno squisito piatto a base di tartufo si spendono ora solo 20 euro, come a dire che mai come quest’anno ne vale davvero la pena…”

L’11 OTTOBRE PRENDE IL VIA L’84ª EDIZIONE DELLA FIERA CON TANTE NOVITA’
Il prezzo decisamente conveniente del tartufo bianco d’Alba non è di certo l’unica ragione per visitare le Langhe. Il celebre “Tuber magnutum Pico” si appresta a vivere un’altra stagione da protagonista con l’inizio dell’84ª edizione della Fiera Internazionale del Tartufo bianco d’Alba, in programma ad Alba da sabato 11 ottobre a domenica 16 novembre. Un angolo d’Italia sempre più apprezzato, ad ogni latitudine, come dimostra il recente inserimento del paesaggio vitivinicolo delle Langhe, Roero e Monferrato nella prestigiosa lista dei siti patrimonio dell’umanità dell’UNESCO. Risultato ottenuto grazie alla costante e appassionata dedizione di persone che da generazioni coltivano i vigneti seguendo tradizioni e sapere contadino hanno fatto di Langhe -Roero e Monferrato un territorio di eccezionale valore universale.
Proprio per celebrare questa occasione da sabato 20 settembre a domenica 16 novembre in Piazza Savona si terrà un’esposizione fotografica dal titolo: “un Patrimonio da scoprire, dei paesaggi vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato, 50° sito italiano iscritto nel Patrimonio UNESCO. Ospiti i paesaggi vitivinicoli europei. Mentre l’11 ottobre presso il Palazzo Comunale ad Alba un Forum internazionale dei siti UNESCO – Paesaggi vitivinicoli europei.

“ALBA TRUFFLE SHOW”: AL CORTILE DELLA MADDALENA UN NUOVO FORMAT DI EVENTI GOURMET
Quest’anno la kermesse si distinguerà per il suo altissimo profilo enogastronomico. L’Ente Fiera del Tartufo bianco d’Alba in collaborazione con il Centro Nazionale Studi Tartufo e i più grandi cuochi del territorio ha dato vita ad “Alba Truffle Show”: un inedito contenitore di eventi, laboratori, dibattiti dedicati al Tartufo bianco d’Alba e alle altre eccellenze della cucina piemontese. Rivolto sia agli adulti che ai bambini, si declinerà in varie iniziative gourmet, ogni sabato e domenica della Fiera, presso il Cortile della Maddalena, sede che ospita il Mercato Mondiale del tartufo bianco d’Alba.
Il main sponsor di “Alba Truffle show” sarà Saclà, marchio storico dell’alimentare italiano particolarmente legato al territorio piemontese – ha sede nella vicina Asti – che metterà al centro della sua partecipazione la nuova linea di prodotti di alta artigianalità 100% italiana (“Casa Saclà”). I prodotti dell’azienda astigiana saranno interpretati attraverso l’estro e la creatività di un grande chef piemontese come Stefano Paganini (Alla Corte degli Alfieri, Magliano Alfieri) che darà vita ogni sabato alle 17.30 al foodies moments “I menu Casa Saclà di Stefano Paganini”. Saclà sarà protagonista inoltre di diversi momenti gourmet ispirati alla riscoperta del tradizionale e gustoso “aperitivo all’italiana” – in contrapposizione agli eccessi dell’happy hour – realizzato solo con materie prime selezionate ed offerto ai tanti appassionati che giungeranno numerosi al Cortile della Maddalena.

FOODIES MOMENTS: QUANDO LA TRADIZIONE INCONTRA I GRANDI CHEF
Sulla scia del successo degli scorsi anni i grandi cuochi del territorio piemontese – da Maurizio Garola a Ugo Alciati, da Davide Palluda ad Alessandro Boglione da Walter Ferretto a Pasquale Laera, da Mariuccia Assola fino ai fratelli Manuel e Christian Costardi – saranno protagonisti di indimenticabili “Foodies Moments” deliziando il pubblico presente al Cortile della Maddalena con divertenti cooking show per far conoscere il Tartufo bianco d’Alba le eccellenze locali, le origini dei prodotti e il modo di cucinarli. Sabato dopo sabato alle ore 11.00 si svolgerà un tema della cucina di territorio in abbinamento a un grande vino di Langhe e Roero: le paste all’uovo, le carni piemontesi, i pesci salati della tradizione, i formaggi DOP del Piemonte, il riso, i dolci… naturalmente reinterpretati e rivisitati dalla creatività che solo i grandi chef sanno dare.

DA CHEF RUBIO A SIMONE RUGIATI, TANTI GLI OSPITI PRESENTI AD ALBA TRUFFLE SHOW
Ma non solo. Alba Truffle show ospiterà anche chef televisivi di Simone Rugiati e Chef Rubio e poi Matteo Baronetto, chef “Del Cambio” e già sous chef di Carlo Cracco, oltre a cuochi di fama internazionale come Ken Frank del ristorante La Toque di Napa (California) fino a importanti giornalisti del settore come Anna Prandoni direttore de “La cucina italiana” che darà vita al divertente format intitolaato“5 donne in cerca di pasta”, nel quale cinque signore – una mamma, una nonna, una chef stellata, una cuoca della mensa e appunto una giornalista – ci diranno cosa è per loro la pasta. C’è da scommettere che ci sarà da divertirsi…

ENRICO CRIPPA, 3 STELLE MICHELIN, PRESENTA IL LIBRO “100% ALBA”
Alba Truffle Show è anche un’importante vetrina per raccontare la cultura del cibo e dei suoi protagonisti. Dalla A di agnolotto alla T di tartufo c’è un intero mondo fatto di tradizione, dedizione e innovazione. Questo è “100% Alba”, il volume edito da Electa Mondadori che racconta in maniera inconsueta la storia dello chef Enrico Crippa e della famiglia Ceretto. Un libro che illustra un cammino dolce e tortuoso, come le strade di Langa, che parte dal vino e arriva all’alta cucina passando per il territorio e l’arte contemporanea. A presentarlo domenica 2 novembre alle ore 17.00 insieme ad Enrico Crippa, lo scatenato duo di Radio Deejay La Pina e Diego.

WINE TASTING EXPERIENCE: PROTAGONISTI BAROLO, BARBARESCO E ALTRE ECCELLENZE VINICOLE
Nel contesto di Alba Truffle Show non poteva mancare uno spazio esclusivo riservato ai celebri vini piemontesi. Ogni sabato alle 17.30 e ogni domenica alle 15.30 sono in programma una serie di appuntamenti speciali con le Wine Tasting Experience: l’originale formula di degustazione ideata dalla “Strada del Barolo e grandi vini di Langa” dove sarà possibile degustare Barolo, Barbaresco e molte altre eccellenze dello straordinario patrimonio vitivinicolo di Langhe e Roero.

ANALISI SENSORIALE DEL TARTUFO
Infine da mettere nella lista delle “cose da fare“ l’Analisi Sensoriale del Tartufo. Un mini corso per conoscere il Tartufo, dove verranno fornite alcune informazioni fondamentali di micologia e gli strumenti necessari per approcciare correttamente alla degustazione ragionata del Tartufo.

DOPO IL GRANDE SUCCESSO DELLO SCORSO ANNO TORNA ”FOODIES MOMENTS JUNIOR”
Infine l’iniziativa rivolta ai più piccoli. Da segnare in agenda, soprattutto per chi giungerà ad Alba munito di bambini al seguito. Parliamo dei “Foodies Moments Junior”. Ogni domenica alle ore 16.30 presso il Cortile della Maddalena, ci saranno corsi gratuiti di cucina dedicati a giovani e giovanissimi (3-14 anni) pensati per avvicinare le nuove generazioni alla scoperta dei prodotti del territorio e ad una sana e consapevole alimentazione sotto la guida dello chef Diego Bongiovanni direttamente dalla “Prova del Cuoco” e ideatore del “Mani in pasta tour”. Si tratta di un progetto formativo finalizzato a promuovere verso i giovani una corretta alimentazione, che passa anche per lo studio delle tradizioni del territorio, la conoscenza dei frutti e della loro stagionalità, la valorizzazione dei prodotti tipici, in un ambiente ludico che alterna momenti di spiegazione teorica a esercitazioni pratiche.

IL MERCATO MONDIALE DEL TARTUFO: PER SCEGLIERE ALL’INSEGNA DELLA QUALITA’
Un luogo unico dove confondersi con questo straordinario prodotto, immergendosi in un’atmosfera profumata e suggestiva. Presso il Mercato Mondiale del Tartufo bianco di Alba, aperto ogni sabato e domenica dal’11 ottobre al 16 Novembre (ore 09.00 – 20.00), tutti gli appassionati del “Tuber magnatum Pico” avranno la possibilità di vedere, toccare, annusare tanti e tanti Tartufi. Ogni Tuber magnatum Pico viene controllato – prima dell’apertura al pubblico – da una Commissione Qualità che resta a disposizione dei clienti per tutta la durata della Fiera, con la funzione di “Sportello del Consumatore”. Obiettivo di questo progetto è quello di informare sui diritti degli acquirenti di Tartufo fresco nel periodo della Fiera Internazionale del Tartufo bianco d’Alba e di raccogliere suggerimenti e segnalazioni circa esigenze ed eventuali problemi. Al Mercato del Tartufo, tutti i Tartufi bianchi di Alba sopra i 10 grammi vengono venduti all’interno di un sacchetto numerato che vale come garanzia e che dà diritto ad un cambio se il Tartufo risulti insoddisfacente.

GLI EVENTI FOLKLORISTICI: DALL’INVESTITURA DEL PODESTA’ AL PALIO DEGLI ASINI
E’ l’evento che precede la Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba. Il Palio degli Asini si terrà domenica 5 ottobre e vedrà asini e fantini sfidarsi per accaparrarsi il Palio; preceduto il 27 settembre dall’investitura del Podestà che ha animato il centro storico di Alba, rievocando antichi cerimoniali. Sabato 18 ottobre invece sarà la volta del Baccanale del Tartufo che ripropone le festività tipiche di un’epoca antica. Non mancheranno le musiche, mentre un migliaio di figuranti in costume animeranno Alba, riportando indietro l’orologio del tempo. Il giorno dopo, domenica 19 ottobre appuntamento con Il Borgo si Rievoca: le piazze e le vie delle Città saranno nuovamente animate attraverso la rievocazione di semplici momenti di vita quotidiana, inscenate dai singoli borghi, ma sarà anche possibile degustare i prodotti tipici della cucina piemontese.

INC – Istituto Nazionale per la comunicazione
Viale Regina Margherita, 290
00198 - Roma
Tel: (+39) 06 4416081
Fax: (+39) 06 44254385
segreteria@inc-comunicazione.it
P. IVA 01014351009